Chiesa e Chiostro di S.Matteo

Edificata in stile romanico nel 1125, la Chiesa di S.Matteo a Genova si trova nella piazza medievale omonima ed è intitolata a S. Matteo Apostolo ed Evangelista.
Fu costruita per volere della famiglia Doria che ne fece uso di cappella privata; nel 1278 fu  completamente demolita per essere ampliata e ricostruita con tendenza allo stile gotico, stile di cui oggi, per via di successivi cambiamenti,rimangono solo: la cappella del coro, l'interno a tre navate e la facciata caratterizzata dal grande rosone centrale e dalle mura a bande orizzontali di marmo di Carrara e ardesia ligure.

Nel '500 lo scultore e architetto Montorsoli ristrutturò il presbiterio e la cupola, inoltre costruì la cripta sotto il coro, caratterizzata dalla volta in stucchi dorati e da preziosi marmi su pareti e pavimento; la cripta custodisce il sarcofago dell'ammiraglio Andrea Doria, che fu scolpito dallo stesso Montorsoli e i sepolcri di alcuni Dogi della Repubblica di Genova.

Nel 1557 l'architetto, pittore e stuccatore Giovanni Battista Castello si occupò delle tre navate e, insieme al pittore Luca Cambiaso, delle loro decorazioni; è infatti opera del Castello l'affresco sotto la volta della navata centrale "Vocazione di San Matteo", mentre il "Miracolo del dragone di Etiopia", sempre nella navata centrale, è di Cambiaso.


Il mosaico della lunetta sopra il portale
raffigurante San Matteo
Tra le altre opere custodite nella Chiesa di S.Matteo troviamo una scultura in legno del Maragliano rappresentante la "Deposizione"; sull'altare maggiore il dipinto cinquecentesco della "Sacra Famiglia con Sant'Anna" del pittore Bernardo Castello; nell'altare a sinistra la tela del "Cristo tra i Santi e i Donatori" del pittore Andrea Semino.
Gli ornati dei pulpiti sono attribuiti allo scultore Silvio Corsini. Sotto l'altare maggiore è custodita la spada appartenuta all'ammiraglio Doria.
Nella cantoria della Chiesa di San Matteo di Genova vi è un prezioso organo a 23 canne, unica tastiera e trasmissione meccanica, che fu costruito nel 1773, in stile barocco, dall'organaro Antonio Alari.

Chiostro di San Matteo
Alla sinistra della Chiesa e comunicante con essa tramite un'arcata, si trova il
Chiostro di San Matteo
costruito tra il 1308 ed il 1310 ad opera di Marco Veneto.
Il Chiostro ha forma quadrangolare e archi a sesto acuto sorretti da colonnine binate e capitelli scolpiti, al suo centro si trova un pozzo. All'interno del chiostro, un'arca del 1356 con i resti di San Marco e San Eleuterio, costruita su commissione di Raffaello Doria; sulle pareti, sotto il loggiato, sono murate le lapidi dei Dogi di Genova.
Nel 1910 furono avviati lavori di restauro della piazza, della facciata della Chiesa e del Chiostro, nel 1935 la scalinata che porta al piazzale della Chiesa divenne unica mentre prima era divisa in due.
Dal 2004 il Chiostro di San Matteo è sede degli Architetti, Pianificatori e Conservatori di Genova.

Piazza San Matteo
Piazza S.Matteo che ospita la Chiesa ed il Chiostro risale al 1278 ed è uno dei luoghi più caratteristici e meglio conservati della Genova antica. In Piazza San Matteo sono presenti storici palazzi nobiliari appartenuti ai Doria, tutti nello stesso stile con la facciata a fasce bicolori: Palazzo Lamba Doria, Palazzo Domenicaccio Doria e Palazzo Branca Doria.


Chiesa - Chiostro di S.Matteo
Piazza San Matteo 18 - Genova
Telefono: 010 24.74.508 - 010 24.74.361

Elaborazione di ricerche da fonti miste dal web