Palazzo Rosso


Palazzo Rosso fu costruito tra il 1671 e il 1677 su progetto dell'architetto Pietro Antonio Corradi. Successivamente, intorno alla metà del settecento, a cura dell'architetto Francesco Cantone, la tipica facciata rossa del palazzo fu arricchita da statue leonine. 
Recentemente è stato realizzato un ascensore panoramico che porta alla terrazza belvedere e al Mirador, il punto panoramico sulla cima del Palazzo, offrendo una vista di 360° sul centro storico genovese

All'interno si possono ammirare pregiati mosaici sui pavimenti ed il grande scalone di marmo bianco,
vi sono conservati affreschi parietali e tele di Van Dyck, Dürer, del Veronese, del Guercino, di Bernardo Strozzi, del Grechetto, del Carbone, di Domenico Piola, Gregorio De Ferrari e del Tavella.
E' composto da un Primo Piano Nobile che ospita opere del Giambono, di Perin del Vaga, di Palma il Vecchio e di Andrea del Sarto; un Secondo Piano Nobile con sculture di Francesco Biggi e Francesco Maria Schiaffino e un Terzo Piano con arredi antichi e moderni dell'architetto Franco Albini e dell'antiquario Costantino Nigro.

Palazzo Rosso, o Palazzo Rodolfo e Francesco Maria Brignole, fu dimora dei Brignole Sale, antica famiglia genovese della quale si possono apprezzare due ritratti del pittore Hyacinthe Rigaud, all'interno del palazzo
Nell'Auditorium di Palazzo Rosso possono essere ospitati anche dibattiti e convegni.

Palazzo Rosso
Via Garibaldi 18 - 010.5574972 
 ORARI
martedì, mercoledì, giovedì 9-19
venerdì 9-23
sabato e domenica 10-19
lunedì chiuso

L'ingresso al Museo è di 8 Euro, ridotto per gli ultra 65 anni, gratuito per le scuole, per i cittadini U.E. fino a 18 anni e, solo alla domenica, per i residenti a Genova e comprende anche  la visita a Palazzo Bianco e Palazzo Tursi. 
Per l'ascensore e il Mirador 4 Euro. Anche i visitatori disabili possono accedere agevolmente al Museo
Elaborazione di ricerche da fonti miste dal web