Chiesa di S.Rita

La Chiesa di Nostra Signora della Consolazione e S.Vincenzo martire, meglio conosciuta a Genova come Chiesa di Santa Rita*, alla quale è stato dedicato un altare, iniziò ad essere edificata nel 1684 e i lavori furono finiti nel 1706. 
Attualmente è sede dei Frati Agostiniani che nel 1816 ne ripresero possesso, dopo che dovettero lasciarla nel 1810 per via del decreto napoleonico.
 
 
La Chiesa fu costruita nell'antica via della Consolazione, oggi via XX Settembre. Di stile architettonico neoclassico, è sormontata da una cupola del 1769 progettata dal Cantoni.

All'interno vi sono tre navate fiancheggiate da pilastri sormontati da archi; sulla volta della facciata centrale, dipinta nel 1874 da Giuseppe Isola*, si trovano tre dipinti: 'Gloria di Nostra Signora della Consolazione', 'Visioni dell'Apocalisse', 'Giuditta rientra trionfante in Betulia'. 

L'altare maggiore, nella navata centrale, ospita un crocefisso in legno del 1350 circa.

La navata di destra ospita altari minori:
  • Cappella di San Tommaso da Villanova
  • Cappella di San Nicola da Tolentino
  • Cappella di San Vincenzo Martire
  • Cappella di Sant’Agostino o della Madonna della Cintura
 
Altri cinque altari minori sono sulla navata sinistra:
  • Cappella dedicata a Nostra Signora della Salute
  • Altare dedicato a Santa Rita
  • Cappella della Madonna del Rosario
  • Altare di San Lorenzo
  • Altare di San Giovanni da San Facondo

Dietro all'altare spicca l'organo a tre tastiere costruito dalla ditta Locatelli nel 1880, un'autentica opera d'arte della quale potete vederne caratteristiche e foto sul sito dei Fratelli Marin (storica bottega organara ligure con sede a Lumarzo) che lo hanno restaurato nel 2018. 


All'interno della chiesa sono visibili interessanti opere tra le quali: l'olio su tela "S.Tommaso di Villanova distribuisce i beni ai poveri" del pittore Domenico Fiasella; una statua in legno rappresentante S.Nicola da Tolentino dell'artista Agostino Storace; il "Martirio di S.Lorenzo" del pittore Domenico Piola; la deposizione di Cristo di Antonio Semino; l'Ultima Cena di Luca Cambiaso.

Il portale dell'ingresso principale, realizzato in bronzo, è del 1961 ad opera dello scultore Mistruzzi, sopra di esso è posta una statua marmorea di Madonna con Bambino del XVI secolo proveniente dall'antico convento di Artoria, che sorgeva sotto il colle dello Zerbino a Genova, sede originaria dei Padri Agostiniani.
 
La festa di Santa Rita da Cascia si celebra il 22 maggio di ogni anno, per l'occasione bancarelle e benedizione di rose, fiori cari a S.Rita; secondo la tradizione, mentre S.Rita pregava davanti al crocifisso, ricevette una spina dalla corona di Gesù, che le rimase conficcata in fronte.
S. Rita è considerata
la santa delle grazie impossibili.
 
*Giuseppe Isola: moltissime le sue opere racchiuse nei Palazzi e nelle Chiese di Genova; approfondì lo studio degli affrescatori liguri del Cinquecento e Seicento; frequentò l'Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova e successivamente vi tenne corsi di disegno dal 1848 al 1872

Chiesa di Santa Rita
Via XX Settembre
Tel. 010.56.19.21 - 010.56.19.22
Elaborazione di ricerche da fonti miste dal web